Trucchi del mestiere 3: il mattarello, immortale risorsa.

Mattarello

Non è stato inventato per fermare i libri di cucina o battere chiodi nei muri  ma è un antico strumento che giace spesso impolverato sui banconi delle cucine ma che nasconde diversi usi. Alcuni esempi:

  • Nel caso in cui si debba stendere con il mattarello un impasto e si ha poco tempo a disposizione è utile farlo si un foglio di carta da forno coperto da un altro: niente farina sul bancone o sparsa in tutta la cucina! L’impasto sarà facile da stendere sullo stampo e potrà essere raffreddato velocemente perché allargato su una superficie piatta.
  • Si è fatto raffreddare troppo un impasto in frigorifero, metterlo in un canovaccio da cucina o fra due fogli di carta da forno e batterlo usando il mattarello come un pestello o un bastone ( sempre nel rispetto dell’udito dei vicini di casa ).
  • Per ottenere uno spessore uniforme eseguire un ciclo di estensioni sempre uguale:

–          In senso verticale

–          In senso orizzontale

–          In diagonale destra

–          In diagonale sinistra

 

  • Per far asciugare della pasta di zucchero o del cioccolato plastico che debbano assumere delle forme curve, appoggiarli su due mattarelli stesi uno affianco all’altro.
  • Per spostare pasta sfoglia o paste elastiche arrotolarle sul mattarello ma ricordarsi di non appoggiarlo sul piano di lavoro per troppo tempo altrimenti il peso dell’impasto lo schiaccerà.

Insomma avete più occasioni per mettervi ai fornelli…

Comments

commenti

No comments yet.

Lascia un commento