Torta con crema all'arancia e meringa

Torta al limone e meringa

Sono arrivate le ferie…o almeno sono arrivati i weekend perfetti per fare grigliate e cene con amici. Tutti si sono divisi i compiti: chi porta il pane, chi le vettovaglie, chi la carbonella…e voi? La torta!

Ma quale dolce è veramente adatto per una grigliata a base di alimenti mediamente molto saporiti e grassi? Potreste ripiegare su un comodissimo sorbetto al limone. No, non siete così scontati e soprattutto siete furbi: Dolcintasca vi aiuterà anche in questa occasione. Una torta facile, economica e perfetta per chiudere tale mangiata.

TORTA AL LIMONE E MERINGA

 

Per la pasta brisée

Dose per una tortiera da 26 cm di diametro.

Ingredienti

Peso g (o altra unità di misura espressa)

Burro pomata

220

Latte tiepido

30 ml

Tuorli d’uovo

N°2

Sale

1 cucchiaino

Zucchero

2 cucchiaini

Farina 00

300

Pre – riscaldare il frono a 180°C.

Lavorare il burro per ottenere una pasta omogenea

SUGGERIMENTO: Non lavoratelo troppo sia perché si scioglie sia perché – se eseguite l’operazione in periodo estivo – il caldo velocizzerà il tutto.

Versare il latte tiepido e i tuorli, mescolare; aggiungere il sale e lo zucchero, continuare a mescolare o impastare a seconda che stiate usando le mani o un lecca pentola. Infine aggiungere la farina e impastare fino ad ottenere un impasto che si stacca dai bordi del recipiente di lavoro.

Lasciate riposare per 1 ora e mezzo in frigorifero oppure – se siete stati molto veloci – foderare subito lo stampo e bucherellare il fondo della torta. Versate dei legumi secchi o delle palline d’acciaio ( esistono in commercio delle palline di metallo da usare per cuocere le basi senza farle alzare in cottura ) sul fondo e infornate.

Cottura: 30 minuti a 180° C.

 

Per la crema al limone e meringa

Ingredienti

Peso g (o altra unità di misura espressa)

Tuorli d’uovo

N°3

Succo di limone

100 ml

Farina 00O amido di mais

50 o

60

Scorza di limone

Tutta di 1 limone

Albumi

N°3

Zucchero

200

 

Pre riscaldare il forno a 200° C.

Montare gli albumi con 50 g di zucchero e mettere in frigorifero.

Preparare gli strumenti per il bagnomaria: un recipiente con bordi alti che possa stare sul fuoco e una ciotola da appoggiare nell’acqua.

Nella ciotola mischiare con una frusta 150 g di zucchero (sui 200 totali), i tuorli, la farina o l’amido, la scorza e il succo del limone; dopo una mescolata veloce A FREDDO, mettere la ciotola nell’acqua e accendere il fuoco. Cuocere su fuoco medio ( mai arrivare a bollore ) fino a quando il composto si addenserà: bastano 15-20 minuti.

Aggiungere gli albumi montati mescolando dal basso verso l’alto lasciandone una parte per la decorazione. Versare il composto ottenuto nella base precedentemete cotta e raffreddata, spatolare con la meringa avanzata e infornare per 10-12 minuti. Passato tale minutaggio valutate voi stessi il colore della meringa in superficie: se preferite che sia leggermente più scura lasciate in forno per altri 3 minuti.

CONSIGLI MANGERECCI

A differenza di altre volte in cui avrei detto di non prestare grande attenzione nel scegliere il momento in cui mangiare il dolce descritto, questa volta consiglio di valutare se davvero avrete ancora appetito dopo l’eventuale cena con i vostri amici. Questa torta, se pur molto semplice, ha un gusto molto delicato e sarebbe un vero peccato non dedicarle l’attenzione che merita… e poi avrete un’altra scusa per incontrarvi il giorno dopo o più semplicemente per ricominciare a banchettare verso tarda sera.

Lasciatevi cullare dal profumo del limone, soprattutto se passate le ferie nella vostra città.

Comments

commenti

Voto Ricetta

  • (0 /5)
  • (0 Voto )

Istruzioni

No Steps Found !

Sullo Chef

Dolcintasca

Andrea pasticciere e pasticcione, romantico e razionale, confuso e felice....