• Budinoconfettura_web

Budino alla vaniglia con confettura di ciliegie

Dopo aver fatto la confettura di ciliegie non si può rinunciare ad usarla come salsa di condimento per un buon budino alla vaniglia! Lo so, tanti dicono che il budino è difficile da fare in casa…non è vero, basta seguire i consigli giusti e poi volete confrontare la soddisfazione che vi può dare un budino fatto in casa rispetto ad uno da miscela?! Forza forza, leggete la ricetta e andata in cucina: gli ingredienti sono pochi e quasi sempre già presenti in cucina.

Per un budino da circa mezzo litro o 6 porzioni

IngredientiPeso g (o altra unità di misura espressa)
UovaN°2
zucchero50
latte fresco intero300 ml
colla di pesce15 g (3/4 di confezione)
acqua caldaq.b.
vaniglia1 bacca
amaretto (facoltativo)1 bicchierino

Scaldare un po’ d’acqua in un pentolino, intanto montare i tuorli con lo zucchero; mettere in una ciotola la colla di pesce coperta d’acqua FREDDA.

Versare il latte nei tuorli gradualmente e mischiare con una frusta. Aggiungere la colla di pesce strizzata e mescolare per sciogliere la colla.

Versare l’acqua calda (precedentemente scaldata) in una ciotola e mettere a bagnomaria il composto di uova e latte.

SUGGERIMENTO: L’acqua del bagnomaria non deve essere troppo calda sennò si cuoceranno i tuorli!

Montare a neve gli albumi e incorporarli nei tuorli mescolando con un leccapentola dal basso verso l’alto. Versare nello stampo e mettere in frigorifero almeno per 5 ore. Si possono usare anche delle coppette singole: preparatene sempre qualcuna in più sul piano di lavoro per non rischiare di fare manovre azzardate nel recuperare stampini mancanti.

Al momento di servire rovesciare su un piatto il budino; se non si dovesse staccare scaldare velocemente lo stampo sul fuoco e aiutarsi con un coltello a distaccare i lati del budino dallo stampo medesimo.

Versare la confettura di ciliegie sul budino e sul piatto, aggiungere delle foglioline di menta e servire.

CONSIGLI MANGERECCI

Ottimo dolce per concludere una cena sostanziosa o per rinfrescarsi con break in un pomeriggio di primo caldo estivo, il budino trova sempre il suo posto sulla tavola e nel nostro stomaco.

Ha solo un difetto: bastano poche cucchiaiate e la magia è finita. Per questo vi consiglio le monoporzioni, così potrete fare il countdown a quando ne cucinerete un altro!

Comments

commenti

Voto Ricetta

  • (5 /5)
  • (1 Voto )

Istruzioni

No Steps Found !

Sullo Chef

Dolcintasca

Andrea pasticciere e pasticcione, romantico e razionale, confuso e felice....